Questo sito utilizza cookies propri e di altri siti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

Settembre 2021

Modonutti arreda Balenciaga

L'Azienda di Cividale del Friuli sempre più ricercata dall'alta moda

placehold

Sono più di 50 anni che l’azienda associata Modonutti disegna e produce sedie in legno di alta qualità, improntate a uno stile classico ed elegante ma senza perdere di vista le esigenze dettate dalla contemporaneità e le specifiche richieste di una clientela sempre più internazionale.

L’Impresa produttrice di sedie in legno è stata fondata nel 1967 da Giordano Modonutti ed oggi è guidata dal figlio Alex Modonutti.

Da sempre protagonista nell’arredamento, tra l’altro, di hotel lussuosi in tutto il mondo, la griffe friulana guidata da Alex Modonutti si è resa protagonista del recente ritorno in passerella, dopo 53 anni di assenza, della casa di moda francese Balenciaga alla Paris Fashion Week dello scorso 7 luglio.

Demna Gvasalia, stilista georgiano alla guida della nota maison, ha infatti selezionato l’azienda di Cividale per realizzare le 150 sedie, ispirate al modello originale d’oltralpe degli anni ’30, che hanno contornato il défilé dell’evento e fatto da cornice a uno degli eventi più attesi dell’anno dal mondo della moda. 

placehold

«Sono orgoglioso che la nostra azienda venga scelta per queste forniture di rilevanza simbolica nel mondo della cultura e delle arti» racconta l’Imprenditore Alex Modonutti, forte di un traguardo che va ad aggiungersi alle recenti produzioni destinate al teatro “Luciano Pavarotti” di Modena e al ristorante della Camera dei Deputati, che rappresentano il frutto del costante lavoro di un’impresa sempre alla ricerca di collaborazioni con architetti e studi di design per la realizzazione dei propri articoli d’avanguardia.

Attenzione alla tecnica ma non solo, rammenta Modonutti, che prosegue: «Spesso lavoriamo su spessori molto fini e delicati dove la tecnologia dei macchinari non sempre arriva a darci il risultato sperato. Ecco quindi che interviene la mano esperta dell’uomo, dei nostri collaboratori, per i quali ritengo sia importantissimo lavorare in un ambiente di serena produttività».